0

Chi siamo

Livia Turco Nata a Morozzo, Cuneo, 60anni. Si iscrive alla FGCI a 15 anni. Dopo aver conseguito la maturità si trasferisce a Torino dove si iscrive all’Università. Svolge svariati lavori, ultimo dei quali insegnante nella scuola elementare. Torino è il luogo della formazione e della passione politica: segretario di circolo, responsabile delle ragazze, segretario della FGCI di Torino, responsabile delle donne del PCI di Torino, consigliere comunale e regionale. Nel 1986 diventa responsabile delle donne comuniste ed entra nella segreteria nazionale con Alessandro Natta. Nel 1987 entra in Parlamento sull’onda della Carta delle Donne… Nel 1993 diventa Presidente della Commissione Nazionale per la Parità. Ministra della Solidarietà Sociale e della Salute dei governi dell’Ulivo. Tra i provvedimenti promossi considera “leggi del cuore” la legge sui tempi di vita e sui congedi parentali, l’assegno universalistico di maternità, il dopo di noi per i disabili gravi, la legge quadro sulle politiche sociali (328/2000), le leggi per i diritti dell’infanzia, la legge sull’immigrazione, le Case della salute, la medicina di genere, la legge sulle cure palliative e le terapie contro il dolore, per la dignità delle fine vita. Nel 2013 sceglie di non ricandidarsi. Svolge attività di volontariato sociale, insegna come esperta al master sul diritto delle migrazioni all’Università di Bergamo, ed è presidente della Fondazione Nilde Iotti.

Perla Lusa Appena laureata in critica letteraria, inizia a lavorare per il PCI. A Trieste incontra ogni mattina il comandante Carlos della guerra di Spagna, a Roma Livia Turco e le altre. Poi di nuovo a Trieste diventa consigliere regionale e segretario del partito. Dopo una sconfitta politica, a quarant’anni inizia una nuova vita tra progetti europei, cooperazione sociale ed edilizia popolare. Sempre single a quasi cinquant’anni incontra Mario e si sposa nel 1999, in tempo per il nuovo millennio.

Tiziana Arista Aquilana, laureata in Filosofia, moglie, mamma e nonna; si occupa di politiche di coesione e, come volontaria, di salute mentale. Per 25 anni dirigente politica è stata, in Abruzzo, l’ultima segretaria regionale del PCI e la prima del PDS e poi, come assessore regionale, ha dato vita al primo Piano Sociale. Dal 2000 ha lasciato l’impegno politico e si è dedicata alla Pubblica Amministrazione del SUD; adesso coordina la Task Force della Agenzia per la Coesione in Sicilia. Con le donne della Carta ha imparato cos’è la governance di un sistema complesso e non l’ha dimenticato più.

Letizia Paolozzi Giornalista, femminista, si occupa del sito www.donnealtri.it. Nel suo lavoro ha provato a dare conto alla complessità del rapporto tra i sessi, della crisi dell’autorità maschile e, di recente, ha ragionato sul paradigma della cura.

Franca Chiaromonte È nata a Napoli e, da migrante, vive a Roma. Laureata, femminista, giornalista e parlamentare, ha imboccato una strada tutta politica. Ha lavorato per l’incontro tra PCI e femminismo. Ha voluto la presenza delle donne nelle istituzioni, con l’associazione Emily (1998-2008). Poi con la malattia è cambiato tutto…

Roberta Lisi Nata Napoli, da troppo tempo vive a Roma e vorrebbe tornare a casa. Giornalista ma per trent’anni impegnata in politica. Ha imparato molto in quegli anni e sopratutto si è sentita riconosciuta dalle donne con cui ha percorso tratti di strada. Ora è tornata al suo mestiere e alla sua passione, scrivere e parlare per raccontare di quelli e di quelle che hanno poca voce. Non le piace il mondo attorno a sé ma non si rassegna a lasciarlo così alle sue nipoti.

Mariangela Gritta Grainer Vive a Valdagno in provincia di Vicenza. È laureata in matematica, materia che ha insegnato con passione al liceo. La politica è una dimensione insopprimibile della sua vita. Gli anni che ha vissuto con più intensità sono stati quelli di Enrico Berlinguer e quelli della Carta delle donne. È stata deputato per un breve periodo, consigliere del ministro dello sviluppo economico (1997/2001). Per una decina d’anni ha lavorato come consulente per il sistema delle camere di commercio contribuendo in modo significativo a costruire la rete dei comitati per l’imprenditoria femminile che ancora operano con dinamismo in quasi tutte le province. È nonna di due splendidi nipoti, Luca e Andrea, che adora, ricambiata.

Elena Emma Cordoni Età 66 anni, nasce a Massa, in Toscana. Finiti gli studi quasi subito trova lavoro in banca e conosce il sindacato CGIL a cui dedica molto del suo tempo in forma volontaria sia a livello locale che nazionale. In questo percorso incontra il Partito Comunista e Livia Turco e con lei collabora per molti anni dedicandosi al tema del diritto al lavoro per le donne e alla politica dei tempi. Approda alla Camera dei Deputati nel 1994 nel listino del PDS – Regione Toscana, nel 2001 fa l’esperienza della elezione su collegio (splendida esperienza) e vi rimane fino al 2008. Da allora dedica il suo tempo alle nipoti Simona e Silvia e alle pronipoti Emma e Marta, alla amata bicicletta e a girare il mondo, ma non ha mai mandato in pensione la passione per la politica, guarda e partecipa con attenzione e apprensione al mutarsi della sinistra italiana.

Gloria Buffo Milanese, laureata in Architettura, ha partecipato fin da ragazza ai movimenti studenteschi. A metà degli anni ’70 è entrata in contatto col femminismo continuando a far politica prima a sinistra del PCI poi aderendo a quel partito. La politica è stata il suo lavoro oltre che la sua passione. A Roma è stata nella segreteria della FGCI e poi nella sezione femminile del PCI. Dopo la svolta dell’89, che ha avversato, ha partecipato, come esponente della sinistra del partito, alla segreteria nazionale del PDS e dei DS come responsabile Lavoro e Sanità. Parlamentare dal 1996 al 2008, non ha aderito al PD e ha partecipato alla nascita di SEL. Non fa più politica attiva e ha un figlio adolescente.

Alberta De Simone: Ha tre figli. Laureata in lettere, ha insegnato nei licei. Nel 1983 è eletta nel Comitato Centrale del PCI. Dal ’76 al ’94 è consigliere comunale, assessore, sindaco di Atripalda (AV). Dal 1994 è eletta deputato per tre legislature. Nel 2004 è eletta Presidente della Provincia di Avellino.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>